sabato 1 gennaio 2011

Capodanno

Buongiorno a tutti! o forse dovrei dire buonasera...sono le cinque del pomeriggio e mi sono svegliata da poco.

Ieri sera siamo partiti alla volta del Corvatsch svizzero per sciare in notturna e passare così il capodanno.
Ero veramente poco propensa, in più m'è venuto il mal d'auto (alla veneranda età di 30 anni) con una nausea fortissima. Non so se era stato il risotto ai funghi porcini alle sei di sera, oppure il fatto di aver preso un'aspirina e bevuto a distanza di mezz'ora mezzo bicchiere di vino rosso (giusto per un brindisi, ma alcool e aspirina non vanno mescolati).

In ogni caso ero uno straccio, e mentre gli altri si facevano una pista me ne sono stata buona buona a bermi un the caldo.

Claudio aveva a dir poco il morale sotto i tacchi, perchè diceva che il mio piano segreto era quello di non sciare fin dall'inizio (ops!!!! non era così lontano dalla verità...) e alla fine mi ha convinto a fare uno sforzo (nel frattempo stavo meglio) e a sciare anche io, più che altro perchè volevo si godesse la serata.

Ragazzi...io una neve così fantastica difficilmente l'ho mai trovata!!! La pista era veramente bella, la stellata era da mozzare il fiato...vedevo tantissime costellazioni, e il cielo sembrava profondissimo, con tutte le stelle che occhieggiavano lontane.
Ci siamo fermati per un brindisi in una prima baita, imbucandoci per errore: rispolverando il mio tedesco, ci siamo fatti dare dello champagne, scoprendo solo dopo che era una festa privata. Ops! Mi spiace! Pazienza. Abbiamo assistito ai dei fuochi d'artificio, e a dire il vero avevamo una vista niente male sulla vallata e per la prima volta in vita mia ho visto anche i fuochi d'artificio dall'alto...sono bellissimi!

Mi rimangio tutto quello che pensavo su questa serata: mi sono divertita. Freddo faceva freddo, ma secco, perciò sopportabile. E io ero copertissima con nell'ordine:
- canottiera numero uno di cotone
- canottiera numero due di lycra
- maglia intima tecnica maniche lunghe girocollo
- maglia esterna con collo alto
- pile
- giacca snowboard espressamente studiata per manetenere il massimo del calore corporeo possibile sul mercato (ho scelto la più calda)
- calzamaglia 50 denari
- protezioni chiappe / ginocchia / casco (anche le protezioni tengono caldo!)
- pantaloni spessi da snowboard
- copricollo che mi copriva anche il viso.

Insomma, ero pronta a qualunque temperatura!
Prima foto dell'anno, con fotocamera frontale (quindi pessima risoluzione) e condizioni di luce praticamente NULLE:

Ci siamo scaldati con il Gluhwein (vin brulè)
...e con un bel falò!

Come al solito combino qualcosa con le macchine fotografiche...notate come sono opache le ultime due foto? Non è colpa del cellulare, che ha una fotocamera da 12 megapixel (micacazzi!!!!), bensì del fatto che mi sono scordata di togliere la pellicola di protezione sull'obiettivo. Quando scattava il flash o c'era luce diretta forte, il riverbero sulla pellicola protettiva era così forte da opacizzare il risultato. L'ho tolta solo pochi minuti fa...mi dispiace ma tutte le foto fatte fin'ora sono venute malissimo. Pazienza! Speriamo non le veda il mio ammiratissimo Momo, ottimo fotografo naturalista e non, altrimenti si mette le mani nei capelli!!! :D
Penserà che non c'è speranza (e forse ha ragioneeee).

Comunque ci siamo fermati nella seconda baita a bere vin brulè e scaldarci anche ballando (sisisi ginnastica, mica si può stare ore all'aperto senza muoversi) e alla fine verso le quattro del mattino ci siamo risolti a indossare gli sci/lo snowboard e a scendere a valle fino all'auto.

Momenti assurdi:
1) quando un tizio che parlava come Aldo Giovanni & Giacomo quando facevano gli svizzeri
mi chiede quanto manca alla fine della pista. Eravamo alla prima baita e il tipo era a piedi, in jeans (ma???????) e fornito di una busta di plastica con cui voleva fare slittino per i successivi 3 km, fino a valle.
Pazzo.
Dopo la mia risposta, si è seduto sulla plastica, dandosi la spinta con le gambe, e l'ho visto schizzare come un proiettile per un muro lungo almeno 400mt...l'ultima cosa che ho visto di lui è stata una nuvoletta bianca di neve mentre credo cercasse di fermarsi...

2) era ora di andare, 4 del mattino, tutto intorno gente ubriaca, musica, casino. Il mio snowboard era in un angolo lontano dalla bolgia, per terra. Vado a riprenderlo e in mezzo agli sci e agli snowb poggiati per terra, al buio, vedo una sagoma di qualcuno nella neve.
O era svenuto, o stava dormendo.
Saltello con lo snowb ai piedi fino a lui, lo chiamo, non risponde. Gli tocco una mano, per fortuna è calda. Lo scuoto, e lo chiamo finchè non apre gli occhi, intontito, e scatta in piedi spaventato. E' ubriachissimo, e insonnolito. Gli dico che non può dormire lì, che rischia una ipotermia, che è pericoloso.
Lui mi guarda senza vedermi, e mi dice "ma io non ho freddo".
Dentro mi me scorrono le informazioni sull'ipotermia, comprensive anche del fatto che prima di tirare le cuoia per ipotermia, le persone sentono pure un gran caldo e si spogliano...decido di non lanciarmi in una appassionata lezione sui pericoli della montagna e del freddo, e opto per un:
"è pericoloso, qui non puoi dormire, vai dai tuoi amici, non restare solo! corri, vai!!! VAI!!!"
Alla fine il tizio si lascia convincere e si dirige al falò, in mezzo alle persone, mi saluta con la mano.
So che non dovrei impicciarmi di tutto e di tutti, ma...come si fa a lasciare che uno stupido come quello si ammazzi così?


Al ritorno guido io, ho sequestrato le chiavi prima che chiunque potesse anche solo protestare. I miei due compagni di serata sono istantaneamente svenuti a dormire sui sedili, e io non sono una persona che corre in macchina, specie in svizzera!
Il viaggio è lungo, difficile, la mia fotofobia (causata dall'operazione agli occhi del 2000) mi rende doloroso affrontare tutte le gallerie illuminatissime della tratta colico-lecco.
Mi fermo a un distributore di benzina per saltellare, stiracchiarmi e farmi passare un colpo di sonno improvviso. Penso che chi visionerà le registrazioni di stanotte delle telecamere di sorveglianza, ne vedrà delle belle, praticamente una tarantolata che correva di qua e di là facendo la pazza.

Arrivati a casa, sveglio i ragazzi che scendono e scaricano l'auto dagli sci etc. e mentre scaricano, io che sono ancora al volante con motore spento MI ADDORMENTO. Profondamente, anche. Mi sono svegliata giusto per andare a parcheggiare, poi sono salita a casa e mentre percorrevo i pochi metri che mi separavano dal letto mi sono spogliata di qualunque cosa avessi addosso per tuffarmi sotto alle coperte.

Ho cominciato il primo dell'anno rimangiandomi i pregiudizi sulla serata. Mi piace essere smentita così, perciò speriamo sia di buon auspicio.
Cosa resta da dire se non:
BUON ANNO A TUTTI! E fate i bravi :-)

9 commenti:

@@@Aria in Cucina@@@ ha detto...

E' veramente bello il tuo racconto e mi fa riflettere molto, perchè anche io sono come te...un pò mi avvilisco inc erte situazioni...invece a volte è bello essere smentiti e puoi anzi ben dire di aver trascorso una serata unica, e mi sembra anche meravigliosa! Brava anche per aver convinto quel tizio...e per aver deciso di guidare tu...anche a dispetto di fare la tarantola, che ridere! quella dif ermarsi ogni tanto a prendere una boccata d'aria fresca per risvegliarsi è sempre un'ottima idea! Dopo aver superato questa difficile prova il premio non può essere che uno strepitoso 2011 con le persone che ami, che sempre ti sappiano sorprendere e divertire!

Carla ha detto...

Sono proprio contenta che sia andato tutto bene! Un abbraccio!

Gao ha detto...

meno male che e' andato tutto bene! pazzi pero', che un colpo di sonno a quell'ora rischia di venire! riguardo all'aspirina io avevo letto che aiuta a ridurre i sintomi post-sbronza... adesso devo andare a documentarmi. ;-)

Gao ha detto...

z

Momo ha detto...

Ocio che ti osservo. Continui ad avere seriamente bisogno di un corso base di fotografia. Buon anno Zion!

Zion ha detto...

@aria: grazie Aria, auguro lo stesso anche a te!!! <3

@carla: anche io :D mi immaginavo dispersa fino al disgelo in primavera...

@gao: l'aspirina va bene quando ormai hai solo il mal di testa post-sbronza...ma non puoi bere E contemporaneamente assumerla! fa male!

@momo: oh noooo! :D che vergognaaaa!!! :D :D :D buon anno MOMO!!!!

Moky ha detto...

Che avventura!!
Che bello essere giovini e stare in piedi a sciare, bere, ballare tutta notte e poi tornare a casa in macchina ancora vivi!!

Hai iniziato l'anno da buona samaritana, anche se porbabilmente l'idiota non se lo ricordera'... fantastico!!

Fra ha detto...

buon anno anche a te!! bella serata, alla fine... :) e meno male che ti sei impicciata con quel tale ubriaco, magari hai salvato una vita... :)

Emma W ha detto...

Bellissimo, anch'io voglio andare a schiantarmi sulla neve il primo dell'anno!!!
Buon anno bella!