venerdì 25 luglio 2014

New York, New York

Ciao a tutti,
QUESTO POTREBBE ESSERE IL MIO ULTIMO POST!!!

...
...
...
ok, vi devo raccontare per bene...
Stasera prendo un aereo per NY, e vado a trovare Gao. Tra i blog a sinistra c'è anche il suo, è un gentile e cordiale padre di famiglia. Seguo il suo blog da anni (anche se non lo aggiorna più tantissimo, che dispiacere), penso che sia stato estremamente disponibile a dirmi di potermi ospitare, spero faremo un giro per NY assieme, magari vedremo un concerto jazz nel Village, sarebbe gradevole.

Ok, detto questo, sono TUTTI terrorizzati che io finisca in un fosso dentro un sacco nero, probabilmente a pezzettini, entro domenica sera. L'unico che è tranquillo e che mi ha dato la sua benedizione è mio marito, che amo tanto e che ringrazio per capirmi e per fidarsi del mio giudizio.

Il suddetto Gao, orribile serial killer sotto mentite spoglie, nel frattempo mi manda una placida email in cui mi chiede se preferisco il latte scremato o quello intero per colazione, una PERICOLOSISSIMA colazione a base di cereali.

Se è vero che sia io che Gao potremmo essere a disagio, e nel caso andrò a dormire in albergo, ve lo giuro!!!, è anche vero che io sono fiduciosa che due persone adulte, sposate ed educate potranno passare del tempo assieme pur non conoscendosi tanto, in una delle città più belle del mondo.

Io ringrazio tanto per l'ospitalità questo expat che evidentemente è aperto al mondo e alle amicizie. Spero di passare un bel weekend alla scoperta di New York City.










Nel frattempo, se non aggiornassi più il mio blog, sapete chi è stato!!!!

mercoledì 16 luglio 2014

6 settimane

Ieri sera mi hanno ventilato l'idea di restare 6 settimane qui tra settembre e ottobre.
Non so se tirare un pugno in faccia al PM o al collega che, come ho fatto le prime rimostranze, ha detto "vabbè, che sarà mai".
E lui pure figli, c'ha.
Però gli accordi erano "2 settimane al mese", e io sono qui per farne 3 di fila, e ora questa simpatica sorpresina?

Detto tra noi, ho un dito medio invisibile stampato in fronte da quando hanno accennato la cosa.

mercoledì 2 luglio 2014

La calma prima della tempesta

La settimana in Spagna mi ha fatto molto bene da un lato, dall'altro mi ha abbastanza piegato.
Di sicuro non ho pensato un minuto che fosse uno al lavoro. Ho staccato completamente.
Dall'altro, gli spagnoli tazzano come disperati. Io non mi ritengo una bacchettona, ma non mi piace vivere le giornate a bere sin dalle 11 del mattino (fino alle 5 del mattino dopo).
Al contrario, ho seguito i desideri del mio corpo che mi ha detto "ok, sufficiente. Basta così" e mi sono ritrovata a fare il designated driver con buona pace di tutti. Preferisco essere sobria e pulita e sapere che alla guida ci sono io, invece di lasciar guidare chissà quale tra gli amici che a una certa ora sbascica e vede doppio.
Mi hanno pure fermato per un alcool test (la "prova del palloncino")...non l'avevo mai fatto prima. Ovviamente l'ho passato. :-P

Ora sono in italia, poi fra due domeniche riparto e fino al primo agosto starò negli stati uniti.
Mi piacerebbe andare a trovare più di una persona, se possibile, ma credo che dipenderà moltissimo dal costo degli aerei. Non sono propriamente noccioline.

Non vi ho raccontato che è venuto qualcuno (un uomo) a vedere la Casa. Il primo interessato da Aprile ad oggi. L'agenzia immobiliare non so se si fa in 4, di sicuro se avessero aspettato ancora un po' a farsi vivi, avrei creduto fossero falliti. E se trovano acquirenti potenziali con questi ritmi, non mi stupirebbe...
In ogni caso, è una goccia nel mare. Figuriamoci se il tizio è veramente interessato!
Vabbè, speriamo vengano altre persone...chissà perchè, comincio a dubitarne sul serio!!!

lunedì 16 giugno 2014

Angosce di ogni giorno

Questa estate 2014 non è nata esattamente sotto una buona stella. Sono una persona fortunata in tante cose, prima fra tutte c'è che mio marito mi ama ed è una persona che stimo e di cui mi innamoro ogni giorno di più.
Per il resto, tutto mi schiaccia.
Il nuovo lavoro che mi porta negli stati uniti è una fonte inesauribile di angosce e incubi notturni, non passa notte che non ne faccia, sempre a tema lavorativo. Di giorno mi dispero perchè mi sento poco adeguata per il ruolo che ricopro e quello che ci si aspetta da me è piuttosto lontano dalle mie competenze, perciò per quanto mi sforzi mi sembra di non risolvere nulla.
Inoltre, con la nostra adorabile casetta ci sono solo guai, i condòmini del cortile sono sempre più ostili perchè pensano che vogliamo fargli pagare ingiustificatamente delle spese per una perizia strutturale, mentre invece noi vogliamo solo essere sicuri che non ci stia per cadere il tetto sulla testa. Questa cosa vedrete che si protrarrà a lungo, mooolto a lungo, e ho paura dovrò persino prendere un avvocato per far valere le mie ragioni. Cosa che odio. L'idea di litigare con il condominio intero mi sembra roba da terzo mondo, eppure ora capisco perchè i giudici di pace sono ingolfati da cose del genere...
L'unica "buona" notizia è che l'anno scorso abbiamo pagato così tante spese per via degli accertamenti sulla mia salute e per via del dentista di claudio, che quest'anno mi sa che le vacanze ce le paghiamo con il rimborso 730... Non è molto rispetto a quanto abbiamo speso l'anno scorso, ma almeno qualcosa torna indietro. Tra l'altro non potremo staccare veramente in agosto (faremo solo 1 settimana, ma so che siamo fortunati!) perchè dobbiamo stare attenti alle spese: questa settimana si sposa infatti un nostro caro amico che si è trasferito da poco in un'isola spagnola. Perciò andiamo al matrimonio, spendendo quasi un mio stipendio in voli aerei  e pernottamento. Contando che non ci sono mezzi pubblici e quindi dobbiamo anche noleggiare la macchina, capirete che c'è un po' da piangere... se non altro il posto è molto bello. Consoliamoci così.


venerdì 13 giugno 2014

Tempo - voglia - vita

Non è che non scrivo perchè non voglio, ma perchè non ho tempo (ma va'??? come al solitooo), e soprattutto questo progetto mi sta succhiando ogni goccia di sangue dal corpo. Io non credo che dovrebbe essere così, io non credo che sia giusto vivere così.
Basta, basta, basta.

lunedì 26 maggio 2014

Peculiarità

Due o tre cose che ho notato qui:

1) Le anatre sono grandi il doppio del normale. Immense, giganti. Persino i piccoli che sono ancora implumi, sono grandi come una paperella del parco di Porta Venezia a Milano.
2) i camerieri oltre ad essere super gentili, si ricordano di solito chi ha ordinato cosa. Contando che sono in un gruppo di dieci persone, è notevole! Non chiedono praticamente mai "di chi è questo piatto?", te lo posano con leggiadria e bon, è il piatto giusto.
3) la segnaletica orizzontale mi confonde un pochino, ma è superabile: le strisce pedonali sono diverse, due righe parallele che tagliano le carreggiate in corrispondenza di un incrocio, per esempio. Se devo girare a destra e vedo la striscia continua, penso di star andando contromano e mi fermo. Sulla segnaletica verticale mi viene da sogghignare, visto che ci sono grandi cartelli gialli che spiegano con un sacco di parole spesso cose ovvie ("se fa freddo potrebbe ghiacciare" o  cose così). Ma non distraggono? A me sì.
4) Hanno la macchina "Jetta", ne ho guidata una. Credo che in Italia non l'abbiano comperata in tanti quando tanti anni fa era stata lanciata, per via del nome.
5) L'aria condizionata (A/C nel parlato) è davvero forte come ricordavo. C'è. Sempre. Non importa che temperatura faccia fuori. Capisco perciò questo uso spropositato di tessuti sintetici: se li usassero in Italia d'estate, sarebbero morti di caldo e sudore nel giro di due ore. Invece nei 19 gradi medi dell'ufficio, ha un senso.
6) Ci ho messo una settimana a far capire alle donne delle pulizie dell'albergo che non volevo l'A/C in camera. Uscivo e la spegnevo. Tornavo, ed era al massimo, le tende volavano. No, no, grazie, no. Finalmente pare l'abbiano afferrato.
7) In televisione tu non guardi un programma, guardi la pubblicità. Ogni tanto c'è una scena o due (AL MASSIMO!!! un cambio scena, capite? due o tre minuti di storia!!!) di un telefilm, e poi ricomincia la pubblicità. Pensate stia scherzando? Evidentemente non guardate l'Abc, l'Nbs, la Cbs e compagnia cantante, è lapalissiano. Le pubblicità sono anche carine, alcune. Ma ti bombardano di pubblicità di farmaci, me lo ricordavo ma è più di quello che il mio cervello accetta come "tollerabile". Soprattutto perchè non puoi dire in 10 secondi "usa questo nuovo prodotto, fa miracoli!" e poi la pubblicità continua con 30 secondi circa di spiegazione degli effetti collaterali tremendi che possono capitare. Cioè, è giusto, ne? Ma io mi domando...no non me lo domando. è così e basta.
8) Si mangia da schifo se non hai una cucina. Intendiamoci, si trovano UN MUCCHIO di cose dal sapore egregio, sfizioso, buono. Ma poi leggi gli ingredienti...tra le 3 e le dieci 10 DIECI righe di ingredienti per cose che dovrebbero avere 3 o 4 cose in teoria; è tremendo. C'è di buono che ci sono molte scelte veggie, ma tutto ciò che dice "healthy" probabilmente non è healthy per niente di niente di niente. Io mi sto spaccando lo stomaco, mangiamo fuori ogni volta. L'unica cosa che sono riuscita a fare è stato comperarmi un avocado e un pomodoro per farmi la colazione al mattino un paio di volte. Per il resto, tutto cibo cotto, preparato da altri. Non ne posso PIU', seriously. Ho dovuto supplicare per della frutta nella colazione del mattino...non ci siamo proprio!

La cittadina in cui sono finita comunque ha molte gallerie d'arte (spesso, fallite e abbandonate), più di un teatro, e una via principale che si anima relativamente abbastanza per gli standard di qui. Non è una grande città, ma per me è meglio: niente ore piccole, qui si lavora!!!



Che poi mi sono dimenticata...

Ho guidato un'auto con il cambio automatico!
Siccome dei miei colleghi avevano bevuto, e io ero l'unica che non aveva toccato alcool, ho preso le chiavi dell'auto. Mi domando cosa sarebbe successo se ci avessero fermato, visto che non ho la patente internazionale.
In ogni caso, guidare col cambio automatico è davvero a prova di idioti. L'unico problema è questa sensazione di dover muovere il piede sinistro a tutti i costi, col risultato che una piccola inchiodata l'ho data anche io, come quasi tutti quelli che passano dalla guida col cambio a senza, mentre volevo far manovra per parcheggiare.

In ogni caso, è un'esperienza!

domenica 25 maggio 2014

Aggiornamenti

Invece di lavorare, scrivo un post.
Eh, sì: qui si lavora anche la domenica! Non è una regola del NC, in questo stato anzi direi che tutti sono partiti o si stanno organizzando per il Memorial Day, che sarebbe domani (lunedì).
Grandi grigliate e festa in famiglia, per questa giornata che credo serva a ricordare i caduti nelle guerre portate avanti dai vari governi americani...
Invece è una regola di questo progetto, in cui noi sfigati italiani non abbiamo praticamente pause se non al sabato. Sinceramente, è una cosa che non sopporto! Odio lavorare nel weekend!!!

Lasciamo perdere, comunque sono qui, è passata una intera settimana e sono stanca, stanca da morire.
Ho preso il nuovo fuso orario con relativa facilità, da martedì sera in poi diciamo che ho preso il ritmo.
Ci sono 6 ore di differenza tra qui e l'Italia, e con i ritmi che ho a lavoro diventa molto difficile trovare il tempo per sentire i miei cari. Sono stanca per i ritmi che teniamo qui, comunque.

Vi racconto com'è la mia giornata tipo: sveglia alle 5:30 per farmi una doccia e prepararmi, colazione compresa; alle 7e30 del mattino si è già in auto per andare in ufficio. Il team è di dieci persone e le auto a disposizione sono due, perciò ci si muove tutti insieme con estrema precisione e rigidità di orari.
Alle 8 sono già operativa a lavorare. A mezzogiorno c'è un pranzo in piedi, io chiedo cibo vegan e per fortuna il catering è ligio.
Ho provato ad assaggiare altri piatti portati ai miei colleghi, ma dopo la brutta avventura di una salsa al formaggio con acciughe (quasi morivo quando ho letto bene gli ingredienti) ho deciso che il mio cibo vegan è la cosa migliore che mi potesse capitare. Almeno so cosa mangio.
La sera stacchiamo alle 18:30 circa, si corre in albergo, e poi si corre a cena: entro le 19:30 bisogna essere tutti in auto altrimenti non si arriva nei vari posti per le 20, il che è MALE visto che tutti i maggiori ristoranti qui intorno chiudono alle 10 (nel senso che alle 10 stanno già tirando su le sedie sui tavoli).
Alle 10:30 circa siamo sempre di ritorno all'albergo, dove io crollo senza aver avuto un minuto libero e dormo fino al mattino dopo.

Solo al mattino alle 5:30 ho il tempo di chiamare o scambiarmi sms con Claude, anche perchè durante il giorno a lavoro mi è totalmente impossibile, e la sera è un orario impossibile per chiamare in Italia (se qui in NC sono le 19, a Milano è l'una di notte).

Che dire? Ritmi serrati, scadenze allucinanti, tutto in salita. Non so sinceramente come me la caverò, ma perdio, è solo lavoro! Non sto salvando la vita a nessuno...cerco di prenderla così, anche se le pressioni sono tantissime.

Torno in Italia venerdì. Mi domando se recuperare il fuso orario al contrario sia più difficile. Non saprei proprio, lo scoprirò.

Mi manca la mia vita solita, lo ammetto. Non me ne accorgo mentre lavoro, è tutto così frenetico, pieno. Me ne accorgo quando torno in albergo la sera. Me ne accorgo prima di chiudere gli occhi. Me ne sono accorta più di tutto ieri, sabato, quando di solito passo il mio tempo con mio marito e godo della sua presenza, del suo amore e dei suoi sorrisi. E' lui che mi ricarica le pile, ora me ne rendo conto. Vivere con lui, pensare a curare la nostra vita assieme in tutti i suoi aspetti, poterlo svegliare con un bacio, fare colazione assieme con lui che affonda la faccia nella tazza del caffè perchè non riesce a svegliarsi...è questo che voglio dalla mia vita.
Mi manca da morire, mi sembra di star buttando via il mio tempo lontano da lui.
Non è rimpianto, abbiamo da qui all'infinito per la nostra vita assieme. Quello che voglio dire è che non so come andrà questo lavoro, mi impegnerò e ce la metterò tutta, ma questa è l'ultima trasferta lontano da casa, lontano da noi due (contando che questo progetto potrebbe potenzialmente andare avanti fino a fine anno, eh?).

Chissà se nel frattempo avremo venduto casa e chissà se avremo trovato quella dei nostri sogni...


sabato 17 maggio 2014

Pronta alla partenza?

Sì. No. Sì. Tanto ho ancora un po' di febbre, una laringite in agguato (la sento, la sento, vuole uscire la stronza), e domattina sveglia alle 4. O alle 5. Non so nemmeno questo. Di sicuro Claude mi manca già da morire, non faccio che cercarlo in ogni istante, con lo sguardo, con le mani, con i baci, con gli abbracci.
Torno presto, torno presto. Però mi manca.

giovedì 15 maggio 2014

venerdì 9 maggio 2014

Nord America...

Non amo le trasferte e non amo nemmeno particolarmente il mio lavoro, anche se sono ligia quando sono su progetto e non mi risparmio.
Ma sono in bilico tra due sentimenti in questo caso, perchè da un lato sono terrorizzata di fallire e di dimostrare che sono una quaquaraquà sul lavoro, e dall'altro emozionata perchè torno in nord america.
Ebbene sì, parto! Due settimane in Italia, due settimane negli U.S.A., per 3 mesi, a lavorare per un cliente importante in un team che solo a sentirne le competenze mi spavento e penso "e perchè ci sono anche io???".
Ho una certa difficoltà a valutare cosa io sappia e cosa no, se le mie competenze sono buone o meno, e tendenzialmente mi terrorizza l'idea di andare a dimostrare che non ho imparato molto, abbastanza, negli ultimi 10 anni di lavoro...dalla mia posso dire che ce la metterò tutta e cercherò di colmare le mie lacune studiando soluzioni il meglio che riesco. Ma...ho paura...qui veramente mi sembra di essere un pesce fuori dall'acqua. :-P
Inoltre mi peserà da morire la mancanza fisica di mio marito, l'uomo con cui condivido tutto, con cui dormo abbracciata stretta stretta (tranne quando fa caldo!!!) e di cui cerco il bacino del buongiorno ogni mattina. Lo amo talmente tanto, è una sofferenza fisica separarmi anche solo per due settimane al mese da lui.
Mi mancheranno PERFINO quei due pelosetti dispettosi che adoro e che mi salutano ogni mattina con le orecchie alzate e gli occhioni tondi tondi spalancati. :-)

Ora si pone un altro problema: come fare a sfruttare a fondo internet negli stati uniti? Penso dovrò prendermi una SIM americana per chiamare con skype (in realtà con google hangout) l'Italia. Qualche consiglio su quale compagnia scegliere? Per fortuna il mio telefono dovrebbe essere quadriband, altrimenti non credo funzionerebbe negli stati uniti.
In ogni caso sono terrorizzata. Fra una settimana si parte. Stay tuned per gli aggiornamenti... :-)

lunedì 5 maggio 2014

Per ridere un po'

Se avete la connessione lenta, mi sa che dovrete aspettare una cinquantina di secondi per veder caricate correttamente le gif.










venerdì 25 aprile 2014

4 bottiglie di vino

Ieri sera abbiamo preparato il chili di soia vegano (qui la ricetta riveduta e corretta) per degli amici che sono venuti a trovarci, e non si sono nemmeno accorti che non c'era carne nel chili...si sono spazzolati 3 burritos a testa conditi con chili, il guacamole preparato secondo la ricetta di famiglia (contendendoselo come se non avessero mai mangiato prima un guacamole! son soddisfazioni), funghi saltati in padella con aglio e pomodorini e per chi voleva una manciata di formaggio.

Sono anche partite diverse bottiglie di vino e per fortuna che io non dovevo guidare. Nel gruppo c'era un ragazzo che è stato pescato dieci anni fa a guidare dopo aver fumato uno spinello, e da allora deve rifare la patente ogni anno dopo aver fornito le analisi del capello che attestino che è "pulito", con una spesa che cresce anno dopo anno. Penso sia giusto per la sicurezza di tutti, però non credevo che le norme fossero così restrittive dal condizionarti per dieci anni successivi (e più...nessuno gli ha detto che potrà riavere ancora la patente normale).

Sto passando una settimana di vacanza con mio marito, e il tempo che passiamo insieme è bellissimo. Per pasqua siamo stati dalla nonna generalissimo in Umbria, e io ADORO le feste passate in famiglia, e adoro la nonnina anche se è superdifficile dirle di no a qualcosa. Insomma, i giorni passati in Umbria sono volati e ora siamo tornati a casa. Qui le cose si complicano un poco perchè sono giunte notizie sconfortanti da un lato e confortanti dall'altro per quanto riguarda la possibilità e le chances di vendere Casa nostra, ed è un continuo salire e scendere dalle montagne russe a grandissima velocità. Se al mattino mi sembra tutto vicino e possibile, al pomeriggio arrivano docce gelate che ci fanno dire "non  ce la faremo mai".
Vorrei avere qualche certezza, ma evidentemente le certezze non sono di questo mondo.

sabato 5 aprile 2014

34!

E mai stata più felice!!!
Auguri a tutti quelli che hanno progetti da realizzare e si sforzano per realizzarli!!!

mercoledì 2 aprile 2014

Domani

Domani si parla con la banca. Non so proprio cosa aspettarmi, un momento sono ottimista, l'altro pessimista.
Oddio che ansia.

martedì 1 aprile 2014

Guardare il cielo è la cosa più emozionante dell'universo per me, a parte i tuoi occhi, quelli sono come un sole che non tramonta mai.

venerdì 21 marzo 2014

Intanto si va avanti...

..e col sorriso sulle labbra!
Ho preso il ritmo con la dieta, e i risultati ci sono: mi sveglio al mattino piena di energie, l'umore ballerino e lo stress sono scomparsi lasciando grandi sorrisi che mi spuntano inconsapevolmente persino quando cammino per strada. Mi sento bene, ed è una cosa meravigliosa. Non credevo queste cose fossero così tanto correlate al cibo che mangiavo, eppure la trasformazione è così eclatante che non posso non notarlo.
Continuerò e vedremo cos'altro cambierà.

Nel frattempo ho deciso che cambiamo casa per una più grande. Casa nostra ci piace tanto, la trovo bellissima, tutta in legno e confortevole, con tantissimi punti di forza: la vicinanza ai mezzi pubblici (la stazione), al centro cittadino con tutti i servizi, la classe energetica adeguata che ci fa risparmiare moltissimo in bolletta di riscaldamento, l'esposizione perfetta per creare correnti d'aria d'estate, la luminosità, il fatto di non avere nessuno intorno (per questo, non abbiamo nemmeno le tende alle finestre!), la tranquillità della via.
Eppure ho il timore che non riusciremo a vendere, perchè il mercato è completamente paralizzato.
Fra due settimane vado a parlare con la banca per sapere cosa aspettarmi dal punto di vista mutuo (altro aspetto non da sottovalutare), e nel frattempo dovremo vedere di cominciare a mettere gli annunci.
Non so, prima ci guardiamo intorno...e vedremo cosa salta fuori.
Fate il tifo per me, per favore? ^_^

martedì 4 marzo 2014

Ecco

Dopo aver scritto dei miei due minuti d'odio, m'è passato tutto e sono molto più tranquilla. Alla fine tutto si riduce a prenderla easy, tanto persone di un certo tipo non vogliono sentire altro che parole di conforto. E probabilmente il fatto che invece io trovi ipocrita dare un contentino, danneggia solo me. Il commento di Baol al post precedente è condivisibile...

Oggi è stata una giornata eccezionale. Non posso raccontare molto, tranne il fatto che sto facendo la cosa giusta, sono motivata e determinata a perseguire la mia strada. E spero che succeda a tutti di trovarsi un obiettivo da perseguire a testa bassa, sapendo di star facendo qualcosa di buono. Chiunque sia in questa situazione, pur tra mille difficoltà, sappia che ha tutto il mio incoraggiamento. Fight! Fight! Fight!
Continuate così.

domenica 2 marzo 2014

Odio le persone stupide

Conoscere persone in età adulta è una bella fregatura.
Primo, perchè non ho più l'apertura mentale di chi è adolescente e vorrebbe che le amicizie durassero "per sempre".
Secondo, perchè man mano che l'amicizia si approfondisce ti rendi conto molto più del necessario dei difetti degli altri.
Personalmente, immagino che anche chi si approccia a diventarmi amico sia stupefatto dalla mia incapacità ad essere più flessibile, oppure alla mia inettitudine di fronte ai drammi quotidiani vissuti in prima persona dagli altri. Più che inettitudine penso sia poca empatia: trovo molto stupide le lamentele di chi si ferma a guardare i propri piedi e poi dice "non succede mai nulla nella mia vita". Oppure si mette con un uomo che dice a lettere cubitali "non voglio avere figli" e poi si lagna per anni dicendo "eh ma io voglio figli". E ne ho di esempi così eh, e mi indispettisco quando mi chiedono consiglio e io dico la mia, piattamente, senza cercare di dire pietose bugie, senza prenderle per quello che sono: persone stupide.
Sei una persona stupida se non vuoi sentirti dire quello che penso, e me lo chiedi dicendo "sii sincera". Sei una persona stupida se permani nelle tue fantasticherie e poi vuoi che esse siano realtà senza sforzo alcuno. Sei una persona stupida se le tue fantasticherie sono così lontane dai DATI DI FATTO, e poi ci rimani pure male se qualcuno ti mette di fronte la realtà così com'è.
Certo, io non ho nè le risposte nè una soluzione adeguata per tutti i problemi di questo mondo (non dei miei, figuriamoci i vostri). Ma di sicuro se il cielo è blu, vi dirò il dato di fatto: il cielo, caxxo, è proprio blu. Ora toglietevi gli occhiali rosa che indossate sempre, e prendete atto della cosa.