venerdì 12 luglio 2013

Gazpacho andaluso

E' tanto che non scrivo, e più in generale è tanto che non scrivo una ricetta (per carità, potreste anche esserne felici!!!). D'altronde mangio poco a casa a causa del imo lavoro e della vita sociale. Ecco, non è un bene e lo so.

Purtroppo è arrivata l'estate con il suo sole a picco che brucia la pelle e il suo caldo afoso che non mi fanno vivere. Il rimedio però è buonissimo, e si chiama gazpacho! Il gazpacho è un piatto tipico spagnolo della regione dell'Andalusìa. E' meraviglioso perchè:
1) è buonissimo!
2) contiene praticamente solo verdure, e per di più crude che è meglio!
3) è una zuppa fredda, freddissima, e rinfrescante. L'ideale in questi giorni di caldo.

Ho usato questa video-ricetta, che ho seguito passo passo. Per anni ho cercato una ricetta in italiano che mi sembrasse "quella vera", ma ero sempre insoddisfatta. Quest'anno mi si è accesa una flebile luce nel cervello stanco...e ho pensato: ma se sono (anche) madrelingua spagnola, perchè diavolo non la cerco in spagnolo?!?!?
CHE A-S-I-N-A.




Tutto è bene quel che finisce bene, però ancora se ci penso mi tiro l'orecchio da sola!!!
Trascrivo qui un riassunto della ricetta qui sopra, assicurandovi che viene davvero buonissimo.

Utensili utili
un frullatore capiente.
un colino a rete fitta.
Un contenitore capiente che possa andare in frigo.

Ingredienti
1kg di pomodori maturi
1 cetriolo
1/2 peperone (io ne ho messo uno intero perchè adoro i peperoni)
1 dente d'aglio (io ne ho usati 2)
Pane duro (ma va benissimo anche la mollica morbidissima)
Aceto
Olio evo
Sale q.b.

Preparazione:
Mettete la mollica del pane a bagno in poca acqua (se è durissima, abbondate). Io ne uso poca, tipo 70 grammi.
Pulite i pomodori, apriteli in quattro pezzi e togliere il cuore più duro.
Pulite il cetriolo, sbucciatelo, togliete le estremità. Tagliatelo a dadoni.
Buttate tutto nel frullatore e lasciatelo frullare finchè non sarà bello liquido.

Pulite il  peperone e togliete semini e parte interna. Taglietelo a pezzettoni. Mettetelo nel frullatore dove è rimasto il pomodoro/cetriolo.
Preparate l'aglio sbucciato e aggiungetelo, insieme a 4 cucchiai (andate a gusto, provate prima con solo tre cucchiai e poi decidete se aumentare le dosi) di aceto. Per l'aceto usate quello che gradite di più. La ricetta usa quello di Modena, personalmente uso quello di vino bianco ed è perfetto. Unite anche la mollica e una bella dose di olio (4 cucchiai per me), spolverando col sale.

Ora frullate come se non ci fosse un domani!!! Ahah, intendo, frullate a lungo: la ricetta originale dice che più avrete pazienza frullando, più facile sarà il passo successivo.

Prendete un bel contenitore capiente (ma assicuratevi che ci stia in frigo!), appoggiate sopra il colino a trama fitta e colate il gazpacho. Usate un cucchiaio per muoverlo e farlo filtrare più facilmente.
Non è un passaggio da saltare: le bucce del peperone e del pomodoro, insieme ai semini, resteranno nel colino come una pasta morbida e immangiabile. Il gazpacho sarà perfetto solo dopo averlo colato.

Mettetelo, a filtratura terminata, in frigo per almeno due ore.
Guarnitelo nei piatti con cubettini piccolissimi di cetriolo, peperone e qualche anellino di cipolla.
Per la cipolla: se non la digerite cruda, sbollentatela per 5 minuti in acqua e aceto e poi scolate. Diventerà molto più facile da digerire!

Inoltre, last but not least, preparate dei deliziosi crostini che accompagnino il gazpacho freddo.
Prendete una pagnotta, tagliate via la crosta in modo da avere solamente la mollica, e tagliatela a cubottoni.
Preparate una padella con un filo di olio evo, quando è bello caldo buttateci dentro la mollica di pane e saltate a fiamma vivace finchè non è bella colorata.
Se userete questi crostini di pane caldi nel gazpacho freddo, vi assicuro che il piatto sarà un successone! :-)

9 commenti:

CeciliaChristine ha detto...

Non sapevo/mi ricordavo tu parlassi español!
Io preferisco il salmorejo al gazpacho, ma dovrei provare a farlo senza aglio!

Zion ha detto...

@cecilia: dovrei provarlo, ma non posso credere che ci sia qualcosa di più appetitoso del gazpacho ^___^

ps l'ho scritto come inciso un paio di anni fa che ho imparato lo spagnolo in casa. ^_- ma sicuramente tu ormai lo parli molto meglio di me!

Aria ha detto...

grazie per questa ricettina, anche io non ricordavo che tu parlassi spagnolo ;)

cla' ha detto...

solo tu riesci a dimenticare di essere bilingue! :P

Viviana B. ha detto...

Ricetta SPENDIDA! Rinfresca già solo il leggerla.
E non sapevo che tu fossi bilingue... si finisce mai d'imparare, eh! :-)

Carla ha detto...

e finalmente leggo la ricetta! appena avrò un po' di tempo voglio farlo anche se non ho il frullatore e dovrò attrezzarmi :D grande

ondalunga ha detto...

Io ne mangio a litri :)
lo amo alla follia!

andreusanchez ha detto...

Salve!

Abbiamo visto che hai tantissime deliziose ricette nel blog! Vogliamo presentarti il sito http://www.ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 190000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano. Abbiamo anche creato il Top blogs di ricette, dove puoi trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti. Puoi anche aggiungere il tuo blog all’elenco! Noi indicizziamo le tue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non devi preoccuparti, tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuoi diventare un membro di questa grande famiglia?

Restiamo a tua disposizione!

Ricercadiricette.it

Carla ha detto...

ho il frullatore ma non il colino :D mi attrezzerò perché è una roba deliziosa :D