sabato 13 dicembre 2008

Un paio di ricette vegan buone facilissime veloci e davvero gustose (finalmente)

Ok, questo post lo dedico a Moky, che le rare volte in cui ho postato una ricetta mi diceva brava ma non era proprio convintissima visto che ci mettevo dentro il formaggio...e i vegan il formaggio non lo mangiano!

Comunque ognuno di noi involontariamente ogni tanto mangia vegan senza saperlo. Per esempio preparando un minestrone di verdure. Quello è vegan.
Oppure una pasta al pomodoro fresco e basilico. Quello è vegan. Insomma ci sono un sacco di ricette che non lo sappiamo ma sono assolutamente cruelty free.

Ultimamente sto sperimentando parecchie ricette senza formaggio visto l'effetto allergico che mi fa, ed ecco qua un paio di ricette che hanno passato il Claudio Test con 10 e lode (e lui è un carnivoro convinto).

1) tofu strapazzato. La prima volta che l'ho preparato, Claude ha pensato fossero uova vere strapazzate, e quando gli ho detto che era tofu ha detto solo "non è vero, non mi freghi". Ah ah! Adora questo piatto.

tofu naturale (senza colesterolo...fa bene!)
curcuma (fa anche bene al fegato) almeno un cucchiaino pieno
olio
cipolla
pomodorini(quelli piccoli e dolcissimi)
una spolverata di prezzemolo (non indispensabile)
sale

Mettete la cipolla tagliata fine nell'olio (deve essere abbondante, diciamo per 200 grammi di tofu, 5 cucchiai di extravergine) ad appassire in padella.
Prendete i pomodorini e tagliateli a metà, e quando la cipolla diventa morbida aggiungete i pomodorini a faccia in giù in modo che perdano presto l'acqua e facciano sughetto (slurp).
Quando sono belli appassiti prendete il panetto di tofu in mano e sbriciolatelo nella padella. Sbriciolatelo grossolanamente, NON fatelo a palline piccole perchè l'effetto uova strapazzate sarà migliore. Aggiungete il sale ricordandovi che i pomodorini sono dolci, quindi bisogna bilanciare bene.
Mescolate insieme la curcuma, che renderà tutto di un interessante giallo canarino!
Coprite per almeno 5 minuti in modo che il tofu si insaporisca con il sughetto dei pomodorini, a fiamma vivace, e poi lasciate scoperto finchè il sughetto sarà evaporato e il tofu farà colore (cmq a piacimento).
Spolverate con il prezzemolo prima di servire, mescolate e voilà. Da leccarsi i baffi!

Mi raccomando non aggiungete il prezzemolo durante la cottura, perchè il prezzemolo non va cucinato ma consumato crudo (è meglio per la salute).
Tra parentesi, per le donne incinte è meglio non mangiare molto prezzemolo perchè è una pianta abortiva. Quindi si può omettere dalla ricetta, ma per completezza ho preferito scriverla tutta così come mi riesce meglio.

2) seitan con patate e carote.
Questo è uno dei piatti meno calorici da fare col seitan, ma di ottimo sapore.
Le altre ricette che conosco col seitan hanno scatenato risse in cucina tra i miei amici che volevano accaparrarsi l'ultima cucchiaiata, però sono molto meno dietetiche!

Seitan al naturale di glutine di grano (no farro, niente seitan dal sapore acidulo)
patate
carote
sedano
sale
olio
una spolverata di prezzemolo (non indispensabile)


Pelate patate e carote.
Tagliate le patate in fette spesse un cm circa, le carote invece a rondelle spesse la metà; buttatele in tanta acqua bollente salata e fatele arrivare a cottura.
intanto prendete e il sedano e fatelo a pezzetti per soffriggerlo in poco olio extravergine. Il seitan lo tagliate invece a listarelle spesse circa un centimetro e lungo al massimo 6 (altrimenti poi è scomodo da mangiare): buttatelo subito insieme al sedano nella padella con un pochino di sale, e fate saltare entrambi a fuoco vivace in modo da far diventare leggermente croccante il seitan.
A questo punto aggiungete le patate e le carote cotte e mescolate, aggiustate di sale e se volete aggiungete una spolverata di prezzemolo. Voilà!

Tra l'altro stasera ho cenato proprio con questo... ^_^ buono, buono!

Domattina faccio l'idiozia di andare a sciare. Quanti sono convinti come me che sia una stupidaggine? Speriamo di non tornare con la polmonite...

13 commenti:

Moky ha detto...

Carissima, proprio oggi parlavo con due carnivori accaniti (di quelli che non mangiano niente che non abbia genitori, per intenderci...) e mi chiedevano :ma non ti manca questo? Non ti manca quello? No, c'e' un sotituto per tutto, anzi le alternative, oltre ad essere meglio dal punto di vista "salutistico", sono migliori dal punto di vista culinario, inquanto ti fanno sperimentare con ingredienti sconosciuti o fraintesi... oggi, per esempio, ho preparato i conchiglioni ripieni al forno... io non li ho mai mangiati quelli con la ricotta perche' i formaggi mi hanno sempre fatto un po' schifio, ma questi sono buonissimi!!!

Sul discorso formaggi ed allergie, e sul fatto che molta gente dice che non possono farne a meno, leggevo questo libro, si intitola "skinny bitch", magari ti mando una copia (tanto l'inglese lo sai bene, no?) e hanno confermato quello che sospettavo, e cioe' che in tutti i tipi di latte di mammiferi c'e' una forte componente oppiacei, morfina e codeina (prodotti dal fegato della vacca e "passati" nel latte), che esistono proprio per la loro proprieta' calmante, per ovvie ragioni madre natura ci ha pensato lei.... e quindi, siccome gli esseri umani sono gli unici mammiferi che continuano a bere/utilizzare il latte passato lo svezzamento (e nanche quello della loro specie, bensi' quello di una specia cosi' diversa da loro, quel'e' la mucca!), vengono a trovarsi "dipendenti" ai latticini... "I can't give up cheese"...
Scusa se ho divagato... se vuoi mandarmi un email, il mio indirizzo e' mokymk@cox.net

Postero la mia ricettina facile per i conchiglioni ripieni... :-*

palbi ha detto...

dai la prima la provo. Mi serve solo la traduzione di curcuma in inglese o perlomeno una descrizione che mi consenta di localizzarla nel negozio di alimentari

Gao ha detto...

Stasera sto imparando cose nuove, dopo il nanosocial su vale landia, ora anche il seitan.
Per combinazione stasera ho preparato per la prima volta un hamburger di soia per mia moglie, che non mi stupirei diventasse vegetariana prossimamente.
Se trovo l'ispirazione le preparo una delle tue ricette.
Anche se non sono sicuro di essere pronto alla dieta separata in famiglia, perche' io proprio non ho intenzione di fare il grande passo.
Certo che il Claude.... l'hai proprio fregato bene!

Gao ha detto...

Ho letto delle condizioni di salute solo dopo... facci sapere come va. Il rischio e' il tuo mestiere!

Viviana B. ha detto...

No no, fai benissimo ad andare a sciare!
Io uno dei febbroni più brutti della mia vita l'ho fatto scappare andando a pattinare...
Sono arrivata allo stadio del ghiaccio una mezz'oretta dopo essermi provata la temperatura (39,2), mi sentivo discretamente intontita, avevo la testa che girava un pochino ma mi sono infilata i pattini e sono scesa in pista. Mi son fatta le mie consuete tre orette di sano divertimento e, tornata a casa, la febbre era scomparsa. Una bella doccia, una cenetta e poi a nanna per non rischiare ricadute.
Ancora oggi non so se:
1) la febbre è passata perchè doveva già passare di suo;
2) la sudata mi ha fatto bene (pattinare per tre ore di fila per me ha lo stesso effetto di felpina+felpone+copertina+coperta di pile+piumino...);
3) germi, microbi e batteri hanno deciso che ero troppo pazza ed era meglio cambiare aria.
XD
Un bacio e fammi sapere come è andata la tua domenica sulla neve, ok?

Zion ha detto...

@moky: il formaggio dà dipendenza sul serio, come il cioccolato e come un sacco di altre cose: questo secondo moltissimi studi scientifici. A me piace tanto...sigh...

@palbi: http://www.wordreference.com/enit/turmeric

turmeric. E' una spezia gialla come lo zafferano ma meno saporita, il che è un bene perchè interferirebbe troppo col sapore del piatto!

@gao: oh sarebbe interessante se tua moglie diventasse vegetariana :-) cmq non è mica necessario fare diete diverse. In fondo ogni medico dice di mangiare carne non più di due volte a settimana. Pensi davvero che questa sarebbe una dieta così diversa? ;-)

@vivib: tesora, direi che tu sei molto, molto FUORI DI TESTA! :D però mi sento un po' meno in colpa per essere andata a sciare, potrò portarti come luminoso esempio di pazia al quale voglio ispirarmi... eheeheh :D in ogni caso è andata benissimo ^_^ e mi sono divertita un sacco.
ne parlo prossimamente!!!

Baci. Etciù!

Emma Woodhouse ha detto...

Quello che non ho mai capito delle diete vegetariane, è l'approccio verso il pesce, i crostacei e i molluschi.

Sarò io che ho un approccio evolutivo al cibo, ma un mammifero non è allo stesso livello di una lumaca.
Voglio dire, anche la lumaca ha dei genitori, ma non è che ci mettiamo grossi problemi a schiacciarla.

PS: nons embra ma sono seria... penso sia grave

Zion ha detto...

il mio personale approccio è il seguente: non li mangio. :-)

Poi per quanto mi riguarda sono per la democrazia nel piatto. Ognuno mangi pure quello che gli pare. L'importante è che non cerchino di convincermi a mangiare carne ;-) o pesce ;-)

Ps non c'è una sola motivazione per cui uno può essere vegetariano. E la mia motivazione non è prettamente animalista, per esempio. :-) Quindi la risposta può variare da persona a persona...come la dieta di ognuno di noi!

Moky ha detto...

Zion, purtroppo chi ama il formaggio fa una fatica enorme a staccarsene... comunque, si va avnti un passettino per volta!!

Carla ha detto...

Non vado pazza per tofu e simili. Ma quella delle finte uova strapazzate devo provarla. Che poi abbiamo anche il curcuma, che pare faccia un gran gran bene! Unico problema. Dove trovo tofu e seitan?

Moky ha detto...

@ Carla: anche a me il tofu non era mai piaciuto, questo prima che diventassi vegana, ovvio. Poi ho imparato ad usarlo: consideralo come un qualsiasi pezzo di carno, che deve essere marinato, salato, speziato per renderlo appetibile. Tra l'altro, la caratteristica piu' "bella" del tofu e' che di per se' non ha sapore, quindi ha la capacita' di assorbire qualsiasi sapore/spezia vengano usate...
Non so bene come (o dove) venga venduto in Italia, ma da noi lo compro al supermercato, lo compri in panetti. Se devo usarlo come sostitutivo della carne (come "cotoletta" diciamo), lo presso tra due strato di scottex per eliminare la maggior parte dell'acqua che contiene, con un piatto sopra e dei pesi (un paio di latte ad esempio), dovrei farlo per mezz'ora, ma sono sempre di corsa e in ritardo, quindi mi accontento... poi lo tagli a fettine di diciamo 1 cm o giu di li'... se hai una marinata, le immergi... poi le puoi fare saltate in padella oppure grigliate (prendendoti cura di oliare la padella o la griglietta), le cuoci per "un po'"... oppure velocissimo, se non hai tempo di marinarle, io ci spruzzo sopra della salsa di soia, aglio in polvere... qualsiasi spezia ti piaccia, magari la salvia e le cuoci come se fossero mini-bistecche...
Il vantaggio? 0 colesterolo, pochissime calorie e grassi e molte fibre... Un ingrediente versatile al massimo e salutare!!

Viviana B. ha detto...

Ciao bella, sono il tuo fulgido esempio di umana follia... come ti senti adesso?
Spero che tu stia bene e che abbia ultimato i preparativi per il Santo Natale.
Io, a parte qualche cena panetton/torron/pandoro/vinelli/aperitivi/auguri!auguri!/baci e abbracci/via di nuovo coi panettoni, che mi aspettano per il fine settimana, ho già fatto tutto!
Incluso il preparare un post che sbucherà fuori per farvi gli auguri al momento opportuno... ma senza pandoro al seguito!
Un abbraccio!

indierocker ha detto...

wow, non conoscevo la zion ai fornelli!!!
e che successo: basta parlare di cucina sotto natale (vegan o altro, basta che si mangi!) e c'e' l'impennata nel numero dei commenti!
gnam gnam!!!
PS: ore 19: ho fame!!!!!!