martedì 17 novembre 2009

Happiness?

Mi sento veramente sola senza claudio. e dire che torna a febbraio, e il weekend di solito ci vediamo. ci sono giorni in cui non mi manca per nulla, neanche ci penso, come se la mia vita non contemplasse un intreccio profondo con la sua. E poi ci sono giorni diversi, come oggi, come capita, e mi si mozza il respiro perchè non sento la sua presenza, perchè mi sveglio in un letto freddo, perchè quando apro gli occhi vedo solo il piumone sfatto e una assenza tangibile ripiegata sul cuscino dentro al suo pigiama.
Certo non aiuta avere il cielo bigio che pesa inesorabile sui tetti delle case intorno a me. Camminavo questa mattina e sentivo solo l'odore dell'aria bagnata di una pioggia congelata in aria, come se mi muovessi svogliata in un fermo immagine.
Ho preso il treno e i pensieri si aggrovigliavano senza che ne potessi afferrare nemmeno uno, ma non riuscivo a dormire, nemmeno quei pochi istanti che di solito mi concedo tra un respiro e l'altro.
Il peso delle cose non fatte si àncora all'anima uncinando i bordi, mi rendo conto che non la dò a bere a nessuno: a organizzare gli altri, ancora ancora, ma a organizzare la mia vita sono un totale disastro.
Vorrei poter afferrare la sua mano per farmi guidare in questi momenti di smarrimento, ma non c'è niente da cercare: in questi giorni di inizio settimana sono sola in mezzo a una folla di gente, ascolto, rido, faccio battute, rassicuro, aiuto e dò conforto, e dentro di me in un angolino cerco a tentoni la sua mano e mi ripeto di chiudere gli occhi e aspettare venerdì sera che poi arriva eh poi arriva poi arriva. Poi, arriva.
Trattengo il respiro un sacco di volte al giorno e mi accorgo di non star respirando solo perchè mi si offusca la vista, e allora sì respiro, allora fanno male i polmoni e mi ricordo come si fa.

Mi manca tanto tanto. Tanto.

7 commenti:

palbi ha detto...

non sono sicuro di capire il tuo sentimento (ah i maschi, dirai!). La certezza che e' "tuo", anche se lontano non ti fa tornare a respirare con + facilita'?

Zion ha detto...

la vita è precaria, e anche i sentimenti! :-/ l'insicurezza è una cattiva consigliera.

Baol ha detto...

Amica mia, ti capisco, lo sai, io ho resistito più di un anno e non ci siamo visti tutti i weekend e non viviamo nemmeno insieme quando stiamo insieme...ho resistito, ce la farai, davvero, fidati.

(ti ricordi quando abbiamo parlato di post belli? Ecco, questo è bellissimo, secondo me, proprio scritto bene!)

Cinzia in the middle ha detto...

Post bellissimo...nulla da dire...

Anonimo ha detto...

sono nella tua stessa condizione. Separati lo siamo gia' stati in passato, quando lui si e' fatto sei mesi a L.A. e io sono rimasta qui sei mesi qui. Ci siamo visti due volte in quei sei mesi. Poi siamo andati a vivere insieme e a vivere all'estero e ci siamo uniti ancora di piu'. Ora per me sarebbe al limite dell'impossibile ripetere l'esperienza di "separazione prolungata". Gia' venti giorni mi tolgono l'aria. Pero' hai ragione tu, prima o poi passera'. Speriamo prima!
valescrive

Gao ha detto...

il weekend e' ormai alle porte dai! che post emozionante...a volte penso che ci vogliono momenti un po' bui per farti scoprire sensazioni intense...ti fanno scoprire profondita' diverse.... ma solo ogni tanto, neh!

Ale ha detto...

Ti capisco!
Ma dai, febbraio arriverà presto, prestissimo.

E sarà uno dei mesi più dolci :))))