venerdì 7 maggio 2010

Il mio blog

Tenderei a voler ricordare che il mio blog non deve per forza raccontare cose intelligenti, di interesse comune, di una qualche rilevanza per l'umanità. Il mio blog è il surrogato del mio diario privato, quello che scrivo da quando avevo 12 anni e giocavo allo scambia-diario con Annalisa.
Annalisa era la mia amichetta, un giorno sì e uno no ci scambiavamo un diario con serratura che era il nostro tesoro, leggevamo l'ultima cosa scritta dall'altra e poi rispondevamo o ci raccontavamo qualcosa di nuovo.
Insieme (vabbene, io l'avevo inventato e lei diligentemente l'aveva imparato) avevamo inventato un alfabeto grafico che anni dopo ho utilizzato per scrivermi le lettere con il mio primo Grande Amore, un amore proibito e osteggiato da molte persone. Pagine e pagine di geroglifici che io ho tenuto per molto tempo (prima di buttare via tutto, in un raptus di pulizie di primavera del cuore).
Ogni tanto ritrovo degli scritti di molti anni fa, e prima di gettarli via li leggo con tenerezza e orrore, visto che regolarmente scrivevo di disgrazie o degli ostacoli che mi parevano insormontabili nella mia vita. E' cambiato qualcosa? Insomma. Sono certamente più felice ora di quanto lo sia stata nelle diverse fasi della mia vita! E certe cose non accadono più...mi è ricapitato in mano uno scritto di quando avevo 14 anni appena compiuti. Era l'estate dei miei primi batticuori, e avevo incontrato questo ragazzo molto bello che dopo qualche casto bacio mi aveva chiesto un rapporto completo. A 14 anni non avevo nemmeno lontanamente idea di come fosse l'anatomia umana, mioddio portavo ancora le mutande con gli orsetti (ok, questo era molto da sfigata lo so!!!), figuriamoci se pensavo a fare l'amore con questo ragazzo, che tra l'altro mi aveva detto di avere 19 anni, e per me erano veramente un po' troppi rispetto ai miei. In effetti anche la sua domanda mi aveva troppo spiazzata...no no era proprio fantascienza! La storia finì lì.
Beh sapete cosa ho scoperto dopo diverso tempo? Che il bel ragazzo di anni ne aveva 24...ventiquattro, capite?
Secondo voi è mica normale che un ragazzo di 24 anni voglia portarsi a letto una poco più che bambina di 14 anni?
A me ha fatto mediamente disgusto.
Tutto questo l'avevo scritto con grafia incerta e sbiadita in un taccuino rosa di annes geddes che ho ritrovato facendo il trasloco mesi fa. Mi viene il nervoso solo a pensarci, brutto porco che non era altro!
Ammetto che anni dopo mi sono vendicata. L'ho rincontrato, quel ragazzo, avevo 18 anni. Mi ha invitato a cena, e io ho accettato. Durante la cena mi ha riempito di complimenti e a un certo punto ha sospirato: "valeva proprio la pena di aspettare tanto" (mah...e chi l'aveva più visto??? tutto scemo questo). Lui aveva aspettative altissime, sapeva che era stato smascherato da tempo e era stupito e contentissimo che avessi accettato il suo invito a cena dopo tanti anni.
...
Ovviamente il tizio è andato in bianchissimo quella sera...adieu e a mai più rivederci!!!

La vendetta è un piatto che va servito freddissimo.

8 commenti:

Baol ha detto...

Come il prosciutto e melone...

Lucien ha detto...

Non si può dire che non se lo sia meritato!

Gao ha detto...

almeno ti sarai sbafata aragoste e champagne a sue spese??!!

clà ha detto...

spero tanto, ma tanto, che abbia pagato lui!

comunque è assurdo: anche io e la vale ci scambiavamo Il Quaderno, e le cose più segrete le scrivevamo in un alfabeto inventato da noi (però noi davvero insieme). Alcune lettere me le ricordo ancora!

Zion ha detto...

ah ah vite parallele? :-) l'alfabeto l'ho usato moltissimo per i bigliettini a scuola, nei compiti in classe. Lo scrivevo e leggevo come fosse stato italiano. Talvolta lo usavo anche per prendere appunti perché mi piaceva tanto...

Ah, per quanto riguarda la cena...ha pagato lui, ovvio hihihihi :-D

Moky ha detto...

Qui in America se fosse successo sarebbe stato "statutory rape" e sarebbe stato processato e messo nell'elenco dei "sex offenders"...
Se penso che potrebbe succedere ad una delle mie figlie, mi viene una rabbia...'sti maiali!!
Comunque tu brava a dire no.

E a fargliela pagare, poi!!

indierocker ha detto...

bella storia!
ciao!!!

Fra ha detto...

Anche io ho sempre scritto diari e rileggo spesso alcune cose con tenerezza (altre le ho buttate pure io in raptus di pulizie del cuore!!), anche io scambiavo il diario con una mia amica (e anche con un mio ragazzo di tanti anni fa) e pure io a volte scrivevo in codice... :)
Complimenti per la vendetta servita fredda!! mi hai ricordato una cosa che è capitata a me: a sedici anni (e portavo anche io le mutande con gli orsacchiotti e non dimostravo nemmeno un mese più dell'età che avevo, piuttosto qualche anno in meno) un tale di ben 32 (!!), che frequentavo in quel periodo con il mio gruppetto di amici sedicenni o poco più, ha provato a baciarmi... io mi sono ritratta quasi schifata, ma poi mi sono chiesta che razza d'uomo fosse... che schifo! (e non lo abbiamo mai più frequentato, né io né i miei amici)...