martedì 23 agosto 2016

12

Ieri sera sono andata a presentare la proposta di acquisto e a sostenere un vero e proprio "colloquio".
Ho presentato me e mio marito, ho raccontato qualcosa del nostro background, della nostra situazione attuale e delle nostre aspirazioni. Ho circostanziato le motivazioni della scelta di quella casa, e marcato sulla nostra ricerca di armonia con il vicinato.
Il proprietario di casa mi ha ascoltato con interesse e attenzione. Abbiamo concluso in 42' di chiacchierata fitta.
Quando mi sono congedata, ho sentito un vero peso sollevarsi dalle mie spalle.
Voglio dirvi che ho dato il massimo. Sono soddisfatta di come è andata.
So che non è scontato niente, e soprattutto mi preoccupa il mutuo, ma almeno posso dirlo con convinzione: meglio così non potevo fare. Se non andrà bene, pazienza. Ne troveremo un'altra, meno bella, meno adatta. Ma questo è. Nessun rimpianto!
E ora si aspetta fino al 12 settembre, quando dovremmo sentirci per una risposta definitiva "sì/no".
Comunque vada, è ok.

6 commenti:

Viviana B. ha detto...

Brava, il "comunque vada, è ok" è già un'ottima cosa: significa che davvero hai fatto tutto ciò che potevi, che non hai rimpianti, nulla da rimproverarti. Ottima cosa davvero.
Adesso incrocio le dita per voi e, se vuoi, accendo pure un altro cero! ;-)

Cecilia Costantini ha detto...

Fra due giorno la risposta insomma ... come ti senti??

Anonimo ha detto...

Ma insomma quindi, la casa e' tua???
Laura

Zion ha detto...

@cecilia: mi sento sottosopraaaa

@Laura: non ho messo la risposta perchè una risposta definitiva non c'è! In teoria domani sera dovrei riceverla. Mi ha chiesto più tempo! ^_^''''' e io intanto friggo...

Cecilia Costantini ha detto...

Ma alla fine?????

Zion ha detto...

alla fine è complicato e siamo ancora in sospeso, altrimenti avrei scritto. xD però quasi ci siamo.