venerdì 29 gennaio 2010

Uffa/2 - la spiegazione

Come tirarsi addosso le antipatie altrui: seguite il mio luminoso esempio!



Questo post di Tieffemme mi ha provocato una reazione che non è piaciuta per niente al proprietario del blog.
Vorrei sottolineare come l'intero blog sia scritto con piglio ironico e divertente, e anche se non lo seguo da molto tempo l'ho sempre trovato interessante. Un altro motivo per cui mi piace leggerlo è che l'autore è un grafomane mancato (lo dico in senso simpatico) e scrive parecchie volte al giorno...quando passi tanto tempo al pc come me, è bello vedere molti aggiornamenti.

Purtroppo ho commentato in maniera rude il post di cui ho messo il link poc'anzi...e la risposta è stata quel che è stata. Certe volte mi dimentico che le persone che stanno dietro allo schermo, che si mettono in gioco scrivendo su un blog, che raccontano o condividono considerazioni proprie, sono sensibili presumibilmente almeno come me, e che siccome non mi conoscono non possono sapere che il mio non è un attacco personale, non li voglio giudicare come persone...comunque il risultato è sgradevole per tutti, e anche se penso davvero quello che ho scritto, penso anche avrei potuto scriverlo in maniera più gentile: esattamente come si fa nella vita reale (un termine molto nerd sarebbe "nella vita off line").
Sono poco diplomatica, spesso mi accorgo di dire le cose che penso troppo senza filtri, e tra l'altro è molto difficile per me gestire questo lato del mio carattere, perchè siccome di base nasco tremendamente timida, ho faticato mortalmente per anni per cambiarmi e cercare di tirare fuori quello che provo e che penso (quando credo di essere nel giusto).

Dopo anni di lavoro sul mio carattere, ora mi accorgo di aver esagerato. Ovviamente non è il singolo caso con tieffemme ad aver scatenato questa mia autocritica, quanto un insieme di episodi degli ultimi mesi (oddio, forse anni) che mi fanno riflettere.
Ci sono momenti in cui tiro le fila delle esperienze che vivo, ieri sera è stato uno di questi momenti.

Non mi importa di fare "figuracce" (come qualche commentatore ha scritto) perchè il problema non è come mi sento io, quanto come si sente la persona che viene investita dalle mie emozioni. Perché anche nella vita reale non riesco a capire qual è la linea di confine? Perché non riesco a capire dove fermarmi?
Ho vissuto un sacco di situazioni in cui le persone che dovevano spalleggiarmi o incoraggiarmi hanno calpestato i miei sentimenti, e so come ci si sente, quindi perchè non riesco a fare altrimenti?
Il problema forse è che in vita mia ho spesso dovuto graffiare per farmi ascoltare, perchè ero completamente ignorata. E non perchè non fosse pertinente quello che avevo da dire, quanto perchè non riuscivo a far sentire la mia voce, le personalità altrui erano sempre così schiaccianti, così enormi.
Un peso non indifferente che non sapevo come allontanare.
Forse è per questo che sono così. Mi domando cosa ne pensino i miei amici più intimi, ma non so se ho il coraggio di chiederglielo.

Questo minestrone melodrammatico è solo una riflessione senza mediazioni, come faccio sempre qui, l'unico posto in cui riesco ad essere me stessa, sul blog. E' il mio piccolo spazio personale, posso permettermi di dire quello che veramente penso anche se sono maleducata e dico cose insensate e stupide.
E' soffocante. Non so come fare per migliorarmi. Vorrei essere solo una persona migliore, e non ne sono proprio capace.
Non ne sono proprio capace.

20 commenti:

palbi ha detto...

daiiii, fate la pace che poi mi sento in colpa perche' mi sa che tfm l'hai scoperto attraverso il mio blog!!!!

Lucien ha detto...

A volte le persone sono permalose e a volte tutti/e noi siamo troppo impulsivi.

Baol ha detto...

Questo tuo post è già una cosa che ti fa molto onore

Cinzia in the middle ha detto...

Sì, ma io voglio le botte...

Carla ha detto...

Sai ci sono cose che effettivamente ti colpiscono in prima persona. Non c'è verso di modificarle, l'unica è cercare di controllarle e razionalizzare. Per esempio: io sono molto gelosa. A volta quando usciamo con gli amici ci si racconta le marachelle e ovviamente ci sono anche quelle del mio boy. Ci sono alcune cose che trovo di cattivo gusto, e che non dovrebbero essere ricordate in mia presenza. Ma non posso cambiare gli altri. Così faccio uno sforzo sovrumano e razionalizzo. Quanto è difficile e non sempre ci riesco! So bene cosa significhi essere timidi e non far sentire la propria voce. Io ho fatto il contrario di te, mi sono rintanata nel silenzio.
Commento qui anche i tuoi disegni! Caspiterina sapevo che sei brava! Ma sei più che brava, bravissima!!!

Zion ha detto...

@palbi: più che in colpa dovresti sentirti felice del fatto che i blog che segui sono molto belli! tutto qua. :-)

@lucien: è quando succede spesso che diventa un casino, allora :-)

@baol: quando qualcuno mi dice qualcosa di carino di solito mi si azzerano le sinapsi. Non so cosa rispondere! crisi!

@cinzia: dovresti chiedere al tuo fidanzato! non a me! non me la sento! (ahahahaah)

carla: controllare e razionalizzare: questo è il mio mantra di oggi!!!

Gao ha detto...

@Zion: penso che questa/e esperienza/e sia molto utile e che tu debba consapevolmente considerarla tale. Hai l'intelligenza e la sensibilita' per renderti conto delle reazioni che le azioni generano. Si tratta di affinare un po' le modalita' e la prossima volta di sicuro andra' meglio. Vale cosi' per tantissimi sai... chi per un verso chi per l'altro tutti abbiamo da migliorarci nel modo in cui ci rapportiamo agli altri.

Detto questo, ho letto sia il post della tuta che quello del piumino e i toni erano decisamente diversi. Onestamente il secondo post di TFM e' proprio risucito male.... aggressivo e cattivo. O forse solo eccessivo e iperbolico nella sua vena polemica. Capisco che tu abbia reagito cosi'.
E spero che anche TFM - se e' intelligente - la prossima volta usi toni un po' piu'soft.

Gao ha detto...

Ammazza che sbrodolata di commento! Sorry!

Zion ha detto...

@gao: grazie al tuo commento, mi sento come se avessi ricevuto un abbraccio virtuale. grazie!!! :-)

indierocker ha detto...

che spasso, me lo sono letto e riletto di la' da tfm...!

Emma W ha detto...

Cavolo mi sono riconosciuta in questa storia.
E riguardo al tuo commento, avrei potuto scrivere la stessa cosa.
Se ti può consolare anche a me sembra che quel post fosse parecchio maschilista e cattivo, perché no, la moda non è fatta per piacere agli uomini, ma alle donne, altrimenti gli uomini noterebbero la differenza tra una punta tonda e una quadrata.
(scrivo questo qui per non aizzare il fuoco di là, ma è più forte di me)
Comunque tieni duro, la sua risposta non è stata migliore della tua: permalosa, indisponente e "giudicante".
Anche nel mio blog ogni tanto qualcuno prende ciò che scrivo diversamente dalle intenzioni, ma non vado a dire "mi hai trattato male, non me lo merito, non gioco più con te".

Ecco, basta autoflagellazioni, tanto lui non lo starà facendo di certo.

Zion ha detto...

@indie: ahaha allora è vero che i litigi alzano l'audience?!?! :D

@emma: :-*

Baol ha detto...

Ma è semplice...fingi l'afasia

;)

Tfm ha detto...

mi sento tirato in ballo quindi eccomi qua :)
ragazzi, chiedo solo un favore. se non mi conoscete, non esprimete giudizi gratuiti.

@gao: dici "aggressivo e cattivo". va bene, mi arrendo, se vuoi leggerlo come aggressivo non c'è problema. e anche se pensi che tra i due post ci sono molte differenze. aggressivo lo accetto, "cattivo" proprio no. se vuoi fatti un giretto sul blog e leggi altre cose. sono sarcastico e anche "pesante" se vuoi, ma la cattiveria è altro, fidati.

@emma: grazie per aver messo la classica buona parola :) ma ci conosciamo che sai già cosa sto facendo e bla bla bla? boh scusate ma io non credo di essere venuto sui vostri blog o su altri a buttarla giù sul personale. contenti e contente voi.

@palbi: ahh meno male che ci sei te! ;)

@zion: adesso che abbiam fatto pace nonostante qualcuno continui a buttare benzina sul fuoco :) senti ma che intendevi per "grafomane mancato"?
una volta mi hai chiesto che mestiere facessi. ti do un indizio: leva pure quel "mancato". sempre che per "grafomane" tu intenda "uno che scrive" :D

Zion ha detto...

@tfm: grafomane...si dice di chi scrive in continuazione sommergendo chi gli sta intorno con i propri scritti.
In realtà tu scrivi spesso, molto più spesso del blogger medio, ecco perché "grafomane". Tutto qui. :-)

ps madaiii se non mi spalleggiano qui gli amici bloggers, dove mai potrebbero farlo? ;-) l'importante è che ci siamo capiti. :-)

Viviana B. ha detto...

Sono d'accordo con Baol, già questo post è degno di nota!
Poi, come abbiamo modo di ripeterci spesso a vicenda io ed il mio consorte (due impulsivi), "Devi avere le tue idee, ma non è che devi dire quello che pensi nel momento esatto in cui lo pensi!": spesso il consiglio dei nonni di contare fino a 10 prima di aprir bocca - o di scrivere sulla tastiera - può evitare di ferire qualcuno... Però metterlo in pratica non è mica facile!!!
Un abbraccio e... su col morale! :-)

Gao ha detto...

@TFM: ciao TFM, visto che sei passato di qui a leggere e commentare ne aprofitto per salutarti.

Io devo essere sincero non ti ho mai letto, eccetto i due post celeberrimi della tuta e del piumino. Detto questo, sono convinto che se Zion e Palbi ti leggono con assiduita' tu debba essere una persona intelligente, sensibile e con un gran senso dell'umorismo.

Se lo stile che hai usato in quel post, ha suscitato certe reazioni negative, magari un motivo ci sara' anche. Ti prego di notare che a fianco delll'aggressivo e cattivo, ho anche ipotizzato che fosse solo eccessivo e iperbolico... che tu quelle cose le pensi veramente o no e' un'altra cosa.

Comunque mi fa piacere che la cosa si sia risolta bene con Zion.
Alla prossima!

Emma Woodhouse ha detto...

Beh visto che sei venuto a cercarmi fin qui, rispondo:

1. Il giudizio su ciò che scrivi non si riflette su di te.

2. Se scrivi qualcosa sul web devi tenere conto che lo leggano persone che non ti conoscono e, se non vuoi essere frainteso, devi fare bene attenzione che le tue parole rispecchino ciò che vuoi dire.

3. Tu puoi anche non essere maschilista e aver scritto quel post in maniera innocente e scherzosa, ma tieni presente che non tutti sono come te.
Come sopra non puoi controllare chi leggerà cosa scrivi, per cui alcune persone maschiliste potrebbero prendere le tue parole alla lettera.
Infatti parecchi commenti erano del tipo: le ragazze si vestono per attirare gli uomini e altri ancora meno simpatici.
Tu puoi anche non essere d'accordo con loro, anche se non li smetisci, però sta di fatto che ciò che scrivi può essere facilmente interpretato in quel senso.

Spero di aver chiarito il mio pensiero perché non voglio rispondere ulteriormente, se non altro per rispetto verso zion che mi ospita.

Anonimo ha detto...

Hey Zion,

e' la prima volta che leggo il tuo blog.. e anche quello di tfm.. e se devo dire la verita' non e' piaciuti nemmeno a me il suo post e avrei reagito esattamente allo stesso modo. Forse -forse- leggendo l'intero blog avrei capito l'ironia che c'e'dietro, ma dal post singolo no! Way to go! Non ti buttare giu'.. mi sa che siamo fatte alle stesso modo: un po' implusive (impulsive? whatever) e hotblooded. E' per questo che siamo magnifiche: calde e passionali.. e anche se qualche volta sbagliamo, whatever! :) Leggero' sempre il tuo blog. Quando sapro' scrivere meglio in italiano (non sai quante parole ho contrllato su internet per scrivere questo post -I started it, like, 20 minutes ago!-) magari ne iniziero' uno mio!
Sarah

Zion ha detto...

@Sarah: hi Sarah, it's nice to have you here on my blog! Thank you for your effort(writing in Italian)! But don't worry, if you like to comment feel free to do it in English or in Italian as you prefer.
Thank you and come back to visit my blog!!!

Zion