venerdì 10 dicembre 2010

Mi hanno detto una bugia

Oggi in treno ho visto Babbo Natale.
E' dimagrito dall'ultima volta che l'ho visto disegnato su un cartellone pubblicitario, però mi ha dato un certo conforto il fatto che abbia parcheggiato da qualche parte le renne e condiviso con noialtri pendolari (in fondo facciamo parte tutti della stessa categoria, viaggiamo come lui tantissimo) le giuoie dello sciopero odierno - sì, oggi c'è sciopero a Milano.
Il vestito era in velluto rosso, con bordi bianchi in morbido tessuto, la barba lunga curata e i capelli canuti incorniciavano un vivace volto da anziano dalle gote rosse e gli occhi azzurri.
Una signora ed io lo guardiamo, ci guardiamo, e ci confessiamo i nostri pensieri.
"Io non l'avevo mai incontrato, prima"
"A me avevano persino detto che non esisteva!"
Grandi sorrisi, e poi ci siamo persi nelle viscere di questa grigia città.

6 commenti:

Absinto ha detto...

Povero Babbo!

Carla ha detto...

haha che bellissimo post
un bacione, capo

Elfonora ha detto...

povero Babbo Natale moderno...

Saint Andres ha detto...

Non so perché ma a me è venuta in mente la scena di "Una poltrona per due" in cui uno dei due protagonisti, ubriaco e vestito da Babbo Natale, in autobus apre il vestito, tira fuori il salmone e se lo mangia masticando anche la sua stessa barba :D ahahah sono 20 anni che rido come un matto ogni volta che lo trasmettono in tv :D
Sono malato Zion, lo so :D

Gao ha detto...

che carini... tutti quanti! :-)

Moky ha detto...

Il Babbo dimagrito, solo in Italia, dai!! :)

Tutto diverso qui, i bambini lo vedono prima alla mall, poi nell'altro grande magazzino, poi si va a Tucson ed e' anche li'... difficile spiegargli che accade per via della teoria quantistica degli universi multipli.. quelli alla fine non sono mica fessi!!

Meno male che l'hai incontrato in eta' matura!!