lunedì 30 dicembre 2013

Disastri

Oggi non è una buona giornata. Io e Claude siamo andati a una festa ieri sera, e tornando verso le 3 abbiamo trovato la casa invasa da vetri infranti.
Ladri? No, gatti.
Pulire tutto di notte, discutere e bisticciare perchè lui li vorrebbe fuori da questa casa (possibilmente per sempre), mentre invece io anche se mi arrabbio non contemplo questa cosa.
Loro due, invece, le due bestioline senza cervello che evidentemente se le davano di santa ragione quando hanno fatto cadere dei pesantissimi contenitori di vetro pieno di verdure in agrodolce, non si rendono conto di quanto io sia impotente nel difenderle...sono veramente a tanto così dall'esasperare definitivamente mio marito, che già li tiene a distanza da qualche mese e non ne vuole più sapere di fargli coccole o giocare con loro. Il rapporto si è rotto, dopo quest'ultimo disastro (ultimo di una serie lunghissima, com'era prevedibile...forse...). E io non so come fare per conciliare la natura dei due micini con la sopravvivenza della casa. Nell'ultimo anno abbiamo imparato che la casa andava modellata a misura di micio, e abbiamo imparato a inscatolare i piccoli oggetti, mettere sotto chiave tutto ciò che poteva avere un buon odore o sapore, snellire ripiani pieni di oggetti fragili, e abbiamo anche buttato via moltissime cose per rendere più spazioso l'ambiente e più a prova delle azzuffate tra gatti.
Ma non è sufficiente. Quando credi che tutto sia abbastanza al sicuro, trovi tele squarciate, cuscini aperti e rovinati, legno intriso di pipì, antenne delle radio e del computer rosicchiate a morte, plastica stracciata e infilata nei posti più assurdi e chi più ne ha più ne metta.

No, non è facile. Se me lo avessero raccontato che sarebbe andata così non ci avrei creduto, anche perchè ho un compagno che non ha la mia pazienza (io??? paziente??? stranissimo) e non perdona affatto danni di centinaia di euro fatti da due esserini inconsapevoli.
Non so cosa fare.

10 commenti:

CeciliaChristine ha detto...

Non ci sarà un addestratore di gatti come ci sono quelli x cani?

Zion ha detto...

in inghilterra, ma non in italia purtroppo. Mi sono informata. :-*

CeciliaChristine ha detto...

http://www.pet-ethology.it/content/vivere-con-il-gatto pareche questi lo fanno, ma non sono riuscita a capire dove

Eleonora ha detto...

guardati un po' di episodi di questo http://www.imdb.com/title/tt1933073/
Io ho imparato molte cose sui gatti da qui.

Zion ha detto...

Oddio grazie a entrambe, ora leggo/guardo e vedo se mi è utile. Grazieee!

Silvia ha detto...

Mamma mia mi dispiace tanto di sapere di questa situazione! Quanto sono giovani i due mici? Hanno già due anni o sono ancora sotto l'anno e mezzo? Un pò, passati i due anni/due anni e mezzo, si calmano... i feromoni in casa li usate (mi pare di sì, te lo avevo già chiesto)? Purtroppo a volte è molto questione di fortuna, nell'adozione di un gatto: capitano di quelli pestiferi come quelli "modalità cuscino" (li appoggi su una poltrona e loro non si muovono più per ore)... poi molto dipende anche dalla loro compatibilità, due mici mansueti magari insieme fanno disastri.. mi dispiace tanto :-( Facci sapere come procedono le cose!

Moky ha detto...

Zion, io ho avuto dei problemi ENORMI con TJ, il aggio bianco e nero. e' da 4 anni circa che usa divani/letto/moquette come lettiera, in particolare uno dei divani.
Ho provato tutto, sono andata dal veterinario fatte le analisi… ero arrivata ad un punto tale che J mi aveva detto di portarlo allo shelter…io invece avevo iniziato a vedere di comprare una casetta per tenerlo al caldo e al fresco fiori di casa… L'anno scorso abbiamo iniziato a farlo andare fuori (prima erano sia lui che Jack esclusivamente indoor), e questo ha aiutato un po', ma diverse volte alla settimana lui pisciava sul divano.
Ero disperata, a parte lo schifo della pipi di gatto (liquido enzimatico a galloni), ma lo stress… anche J evitava il gatto etc. Poi un paio di mesi fa' ho deciso di tenerlo in camera nostra, in prigione (con lettiera, cibo e acqua) per vedere cosa faceva… e lui usava la lettiera benissimo… e mi sembrava contento di dormire vicino a me… e lo facevo uscire dalla camera solo se potevo controllarlo, o se lo facevo uscire di casa….
Toccando ferro, ora sembra che vada meglio: lui passa tutta la mattina e buona parte del pomeriggio in camera nostra, esce al pomeriggio e alla sera mi aspetta a letto. Tutta 'sta spatriata per suggerirti magari di chiuderli in una stanza quando uscite. Purche' ci sia almeno la lettiera e l'acqua, non dovrebbero soffrire. E magari anche separarli, sempre quando non ci siete. Noi dobbiamo farlo con la gatta, Butterscotch, che non va molto d'accordo con TJ.

Zion ha detto...

@sivla: i gatti hanno un anno e mezzo. Aspetto i due anni e mezzo con impazienza!!! ^_^

@moky: ah ecco, allora non sono solo i miei a farmi disastri. Mi è di conforto leggere questa cosa, perchè spesso i problemi si risolvono, un po' come hai fatto tu o come ho fatto io con Bella che ora non sporca più.
Valuto in effetti l'idea di tenerli separati nelle giornate turbolente, potrebbe limitare - e di molto - i danni...

Grazie a tutte per i consigli e gli incoraggiamenti!

Momo ha detto...

Mamma mia... leggendo quello che ti combinano quelle due pesti mi sento super mega fortunato. La mia Bubina nella sua vita da gatta casalinga mi ha rotto un soprammobile in vetro in tenera età e poi basta. Il nulla più totale. Una volta è stata male e ha rimesso sulle piastrelle di notte. Per il resto ha sempre usato la lettiera chiusa con diligenza. Ora addirittura esce a fare i suoi bisogni e torna in casa.

ondalunga ha detto...

cara Zion i gatti fanno sempre dei disastri se stanno in casa. Ne ho avuti diversi, per anni. Se sono più di uno e non hanno un giardino dove scatenenarsi è inevitabile. Si calmano con gli anni, ma il consihlio che ti do è questo: semplicemente non tenere nulla in giro che si possa rompere. Tanto comunque i figlioli ti farebbero lo stesso dei danni con vasi di vetro, porcellane ecc ecc.
Don't worry!!!!