giovedì 25 settembre 2014

Surfin' USA

Sono ESAUSTA. Non dormo abbastanza ore, e non perchè faccio le ore piccole ma perchè per me 6 ore e mezza di sonno non sono assolutamente abbastanza. Ogni mattina cmq sveglia alle solite 5, almeno riesco a fare un po' di tapis roulant. Con gli occhi chiusi, perchè non riesco tanto ad aprirli.
Qui va malissimo, lavorativamente parlando, ma cerco di ripetermi "non è un problema mio" e alleggerirmi dall'ansia. Non la voglio, voglio stare bene cavoli.
Ho scoperto che così come ho un cinema a pochi minuti a piedi dall'albergo, esiste un palazzetto del ghiaccio. NON VEDO L'ORA DI PROVARE A PATTINARE!!! Ho disperatamente bisogno di muovermi, di camminare, e la mezz'oretta che faccio al mattino non è assolutamente qualcosa di lontanamente sufficiente! Spero proprio di non scoprire che pattinare fa male alla schiena...sarebbe un duro colpo. :'(

Ho scoperto che gli stati uniti sono incredibilmente costosi per me. Ora capisco perchè è prassi indebitarsi qui, mi sembra impossibile non farlo. Ovviamente un americano che facesse il mio stesso lavoro prenderebbe certamente il doppio di me, e quindi tutto è relativo. Comunque un volo interno da dove sto a Detroit (per andare a trovare un pezzo della mia famiglia sparsa per il mondo) costa 400 euro facendo un cambio e mettendoci 4 ore e mezza invece dell'ora e cinquanta minuti che ci metterebbe un volo diretto. Il quale volo diretto costerebbe tra i 750 e i 1200 euro a seconda della compagnia aerea scelta. Alla faccia di quello che ho sempre creduto!!! Volare in Europa su distanze simili è molto più vantaggioso.
Ma non è solo per i voli interni, direi che il vestiario costa moltissimo. Forse non conosco i negozi giusti, ma per capi di qualità made in Italy (non parlo di supermarche tipo Gucci o Armani, ma per esempio di capi del gruppo Miroglio) si riescono a trovare capi dall'ottima fattura e di buonissimo gusto a prezzi relativamente contenuti. Beh qui passi dalla maglia sintetica comperata da Walmart a capi di pessima fattura made in China (e sono spesso più cari delle nostre magliette a 10 euro), se non vuoi spendere tanto, per passare invece a Tommy Hilfiger spendendo 180 dollari per un paio di pantaloni andando all'outlet. Sinceramente, mi sembra che manchi quella via di mezzo a me tanto cara che mi fa dire "dai che figata!". La cosa che ci si avvicina di più è GAP, per intenderci. E 'nsomma, non è roba che posso mettere a lavoro facilmente. Inoltre, due shorts che ho comperato a fine maggio si sono già scuciti, ENTRAMBI, e la cosa mi fa estremamente e vorticosamente girare le balls.

Se avessi ovviamente più tempo potrei dedicarmi a studiare le marche, ma ecco, la sensazione è che non si può adottare lo stesso stile qui, si può risparmiare su molte cose che non sono le stesse su cui lesino in Europa, e questo mi puzzla un casino.
Oh. Mio. Ddddio. Ho scritto davvero mi puzzla? Someone has to take me out of here. I need more holidays.

9 commenti:

Viviana B. ha detto...

Ha! Ha! Mia povera Zion, so che non si ride delle disgrazie altrui, ma il tuo disperato appello d'aiuto in inglese e fine post mi ha proprio strappato un sorriso!
Tieni duro, cara, anche questa passerà.
Per quanto riguarda i costi, ho il sospetto che anche i prodotti d'importazione abbiano le stesse magagne: prezzi elevati per una qualità meno che scadente. Io, ad esempio, ho regalato ad una persona una maglietta Canadian (che non è statunitense ma canadese e, si suppone, possa garantire comunque standard piuttosto elevati) e dopo 2 mesi (due mesi!!!) le si è completamente scucito il collo. A questo punto tanto valeva comprarle un tarocco da 10 euro al mercatino!
Per quanto riguarda il pattinaggio - parlo per esperienza personale, di pattinatrice della domenica con la schiena sciancata :-D - non credo assolutamente possa farti male, a meno che tu non voglia lanciarti in anfore, angeli e salti mortali (letteralmente!). :-)
Un abbraccio, a presto!

Moky ha detto...

Ha ragione Viviana, i capi italiani o europei costano una cifra, così come i Levi's costano in italia un sacco… Infatti io avevo fatto i salti di gioì quando avevo trovato da Ross (che e' una grande magazzino che vende capi di marca ma super-scontati perché magari della stagione precedente) le Superga a 15$!!!
Allora, se vuoi davvero comprare roba made in the USA e non in Cina a prezzi ragionevoli, devi andare da TJ Maxx (ce ne sono 3 a Greensboro), oppure Ross appunto (ce ne sono 2) oppure Marshalls (ce n'e' uno). Io di problemi con capi comprati qui non ne ho avuti tanti, in media come in Italia… anzi, a me le magliette comprate in Italia mi sono sempre sembrate "flimsy", paragonate a quelle che compro qui… E comunque per me almeno, Old Navy rimane una necessita (e non c'e' qui, devo andare a Tucson o comprare online…) :)

CeciliaChristine ha detto...

Anche io consiglio TJMAXX, cugino del britannico TKMAXX, dove trovi cose di marca scontatissimissime! Anche io ricordo Ross dove facevo incetta (però di abbigliamento sportivo). E sono d'accordo con Moky, le magliette americane durano un'eternità, è cotone fitto fitto, ne ho ancora tante degli anni '90 come nuove ... invece la roba che vendono qui in Spagna perlomeno è di cotone che dopo 20 lavaggi ha i buchi!

Crazy time ha detto...

Oddio devo essermi persa qualcosa, ma vivi ne gli USA ora?
Valescrive

Moky ha detto...

Ah! Io poi andare nei negozi di usato, trovo cose con ancora la tag del negozio, cosa usate pochissimo… vado con le ragazze e usciamo sempre con cose carinissime :)

Zion ha detto...

Quanti consigli utili!!! Grazie grazie grazie, tra l'altro ho un tj maxx a pochi passi dall'albergo e quindi forse riuscirò a farci un salto!


@valeria: no no ci lavoro soltanto, vado e vengo da maggio! a sto giro resto 3 settimane, per dire...non mi sono trasferita. :-)

Carla ha detto...

Tieni duro!!!
Per il pattinaggio, io soffro di lombosciatalgia e i primi giorni dopo il pattinaggio la schiena soffre. Ma dopo non più di tanto. Tienici aggiornati!

Viviana B. ha detto...

Ciao cara, come vanno le cose dall'altra parte dell'Oceano? Qui in Italia c'è questo contest "micioso" ed ho subito pensato a te, che spesso scrivi dei tuoi mici! ;-)
Un abbraccio, a presto!

ero Lucy ha detto...

Non saprei, a me tjmaxx non piace, e anche io ho trovato problemi a comprare abbigliamento. Ma non per i prezzi,che trovo invece convenienti: per le taglie. Rispetto a me e' tutto sballato!